Ci sono oggetti che abbiamo davanti agli occhi tutti i giorni, ma che ci sfuggono, sembrano invisibili; nell’armadietto della ludoteca oggi abbiamo scovato un gioco che non avevamo mai “visto”: Ugo la Talpa. Abbiamo inventato un po’ di regole, abbiamo cominciato a giocare, e… che gran divertimento! Ugo ci ha conquistato.
Così capita talvolta: trovi cose, esperienze, persone che non avevi degnato di uno sguardo, perché sembravano poco interessanti, e scopri che sono piene di magia. E così è l’esperienza come volontari al reparto di Chirurgia Pediatrica: sembra poca cosa, non ci vuole chissà quale impegno, non cambia il mondo, ma quando torni a casa col sorriso perché tre bambini si sono dimenticati per qualche ora di essere in ospedale, capisci che quella sensazione bellissima non può essere comprata con nessuna valuta, e sei felice di essere un volontario.
W Bambi e W Ugo la Talpa!

10646773_10205846329065471_7021615971243418349_n

Noemi e Rachele in camice giallo, Ugo la Talpa sul tavolo, i bimbi in pausa